Other sectors

Carbon Border Adjustment Mechanism (CBAM)

Carbon Border Adjustment Mechanism (CBAM)

Contattaci

Vuoi saperne di più su questi servizi?

CONTATTACI

Come funziona la Carbon Tax sui beni importati nel mercato unico europeo.

Poiché l’UE aumenta le proprie ambizioni climatiche, ma nei paesi extra-UE prevalgono politiche ambientali e climatiche meno rigorose, esiste un forte rischio di rilocalizzazione delle emissioni di carbonio, che può spostare le emissioni al di fuori dell’Europa e compromettere seriamente gli sforzi dell’UE e globali sul clima.

La rilocalizzazione delle emissioni di carbonio si verifica quando le industrie trasferiscono la produzione inquinante verso altri paesi con politiche climatiche meno rigorose o quando i prodotti dell’UE vengono sostituiti da importazioni a maggiore intensità di carbonio. Per evitare questa rilocalizzazione, il 10 maggio 2023 è stato pubblicato dall’UE il Carbon Border Adjustment Mechanism (CBAM), un nuovo meccanismo per le importazioni di beni che attribuisce un prezzo equo al carbonio emesso durante la produzione. Il CBAM ha lo scopo di sostenere la maggiore ambizione dell'UE in materia di mitigazione del clima, garantendo al tempo stesso la compatibilità con le regolamentazioni dell'Organizzazione Mondiale del Commercio.

Secondo il regolamento CBAM, gli importatori dell’UE devono dichiarare la quantità di beni importati e acquistare certificati di carbonio corrispondenti alle emissioni incorporate e al prezzo del carbonio che sarebbe stato pagato se i beni fossero stati prodotti secondo le norme sulla tariffazione del carbonio dell’UE.

L'implementazione di questo regolamento avverrà in fasi, con un periodo di transizione che inizierà dal 1 ottobre 2023 al dicembre 2025. Inizialmente, si applicherà alle industrie che producono con un rischio più elevato di rilocalizzazione delle emissioni di carbonio e con elevate emissioni di carbonio: cemento, ferro e acciaio, alluminio, fertilizzanti, idrogeno ed elettricità.

Come possiamo supportarvi

DNV offre i seguenti servizi per supportare le aziende nella costruzione e implementazione di una strategia che garantisca la compliance con il CBAM:

  • Readiness assessment: Gap assessment rispetto ai requisiti tecnici e amministrativi introdotti dal CBAM.
  • CBAM reporting guidance: Revisione completa di processi, metodologie, elementi di dati (disponibilità e qualità) necessari per soddisfare gli obblighi di conformità previsti dal CBAM.
  • CBAM digital reporting tool: Servizio digitale per il calcolo delle emissioni incorporate nella produzione dei prodotti interessati.
  • Third party verification: Verifica degli inventari, dei calcoli e delle procedure di reporting dei gas serra lungo l’intera catena del valore.
  • Digital Product Passport: Implementazione di una soluzione di Digital Product Passport per fornire garanzia digitale all'intero processo di dichiarazione.

Questa offerta fa parte dell'ampio portafoglio di servizi di sostenibilità di DNV, che include la definizione di obiettivi di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra e servizi di tracciabilità della catena di fornitura.

Contatta il nostro team di esperti per sapere se i tuoi prodotti saranno soggetti a questo regolamento e capire come possiamo supportarti nella tua strategia di sostenibilità ambientale e nella risposta alle esigenze di conformità normativa.

Contattaci

Vuoi saperne di più su questi servizi?

CONTATTACI

Servizi collegati: